I morti ci parlano: la realtà della sopravvivenza dimostrata con evidenza scientifica da numerose testimonianze – François Brune (1998). Roma: Edizioni Mediterranee, 311 p. ; 24 cm.

L’autore fa il punto sulle principali scoperte scientifiche relative a questo argomento: registrazioni di voci di defunti su nastro magnetico, ricezione di immagini televisive dall’aldilà. Grazie al “cronovisore” torniamo indietro nel tempo per filmare le immagini del passato. Ma questo libro tenta anche di offrire un’autentica sintesi della vita dell’aldilà. Un libro che sconvolge le moderne concezioni religiose o no sulla morte.

François Brune (Vernon, 18 agosto 1931 – Parigi, 16 gennaio 2019) è stato uno scrittore e religioso francese. Dopo aver studiato alla Sorbona, ha approfondito la sua preparazione prima presso l’Istituto cattolico di Parigi poi all’Università di Tubinga. Ha studiato lingue antiche (latino, greco, assiro-babilonese, ebraico, egiziano) all’Università di Parigi e ha condotto i suoi studi teologici presso l’Istituto Biblico di Roma. E’ docente di Teologia e Sacra Scrittura e ha studiato a lungo i fenomeni paranormali. François Brune fa anche parte del comitato di ricerca della sezione francese dello IANDS, l’organizzazione internazionale per lo studio delle esperienze in punto di morte; è membro di associazioni sulla transcomunicazione in Lussemburgo e in Germania. Ha tenuto conferenze in molti paesi d’Europa e in America del Nord e ha pubblicato articoli in riviste francesi e straniere. Ha partecipato a trasmissioni radio-televisive sia in Francia che all’estero. Ha diretto per l’editore Robert Laffont una collana sul tema “La vita e l’aldilà”.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.