La tentazione dell’occulto. Scienza ed esoterismo nell’età vittoriana – Germana Pareti (1990). Torino: Bollati Boringhieri, 97 p., [4] c. di tav. : ill. ; 23 cm.

La singolare storia degli interessi parapsicologici di un gruppo significativo di filosofi e scienziati di fine Ottocento illustro lo stretto intreccio di due termini di solito considerati antitetici: scientismo ed esoterismo. Da una parte, il positivismo di chi considera campo esclusivo della scienza l’universo dei dati e dei fenomeni materiali; l’altra, l’interesse e l’attrazione irresistibili che suscitano esperienze paranormali difficilmente misurabili e quantificabili, alle quali tuttavia non si può negare una qualche realtà. Proprio questa realtà fisica e psichica a un tempo, fu al centro dell’attenzione di questi intellettuali vittoriani che, pur pienamente partecipi dello scientismo allora imperante, soggiacquero in varia misura alla “tentazione dell’occulto”.

Germana Pareti, nata ad Alessandria il 25 dicembre 1952, è ricercatrice presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Torino. Ha pubblicato saggi sulla storia della logica tra Otto e Novecento.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.