Il giardino dei fiori odorosi: racconti scelti – Abdallàh al-Yàfiʼi; traduzione e nota di Virginia Vacca (1965). Roma: Istituto per l’Oriente, 299 p. ; 16 cm.

Movimento profondamente mistico e fondamentalmente musulmano, il sufismo esprime l’intimo sentimento religioso, la preghiera libera del cuore, non quella canonica regolata dalle norme. E’ povertà francescana, amore di Dio e del prossimo, predica e racconto edificante, pentimento, conversione, miracolo. Il giardino dei fiori odorosi, opera di un mistico e dotto yemenita (1300-1367 ca.), riflette questo mondo dei sufi, mondo ardente di puro amore divino, unione mistica della “creatura” con il suo “creatore”, assoluto annullamento in lui. Composto di aneddoti, frammenti, detti del Profeta, narrazioni di antica tradizione ebraico-cristiana, il Giardino esemplifica nel modo più limpido e affascinante lo slancio interiore, le ragioni del cuore.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.