Fiabe dei fiori: misteri e indovinelli botanici – Giuseppe Sermonti (1992). Milano: Rusconi Libri, 197 p. : ill. ; 22 cm.

Quando presi a immaginare e poi a scrivere questo libro avevo in mente un’opera diversa da quella che troverete nelle pagine che seguono. Pensavo di andare in perlustrazione nelle fiabe a collezionare fiori e a classificare alberi, per scoprire quello che essi avevano da dire, o meglio, quello che il narratore delle fiabe voleva dire attraverso di loro. Speravo di far parlare le piante, con il loro simbolismo e il loro apparato metaforico, di offrire al mio lettore un fiabesco « ditelo con i fiori ». L’impresa è risultata subito poco affascinante, in primo luogo perché le fiabe sono storie di uomini e animali e alle piante appena si accenna: sono come la volta del cielo notturno, costellata di eroi, di fiere e di strumenti e priva quasi del tutto di vegetali. Come se il buio della notte e della fiaba non consentisse al verde dei vegetali di crescere.

Un libro affascinante e raro scritto attraverso una visione fiabesca della botanica.

Giuseppe Sermonti (Roma, 1925 – Roma, 2018) è stato un biologo e saggista italiano. Dal 1950 ha compiuto ricerche di Genetica microbiologica. Ha tenuto la cattedra di Genetica a Palermo e a Perugia e ha presieduto l’Associazione Genetica Italiana. Dal 1980 ha diretto la Rivista di Biologia. Ha pubblicato oltre cento lavori scientifici e prodotto alcuni libri sulla ricerca dei princìpi della scienza nelle fiabe del focolare. Nel 2005 gli è stato assegnato il Premio Speciale della Vice-Presidenza del Consiglio per la Cultura nel Settore della Ricerca Scientifica.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.