Qualcuno è tornato – Paola Giovetti (1988). Milano: CDE, 216 p. ; 21 cm.

Questo libro-indagine si propone, attraverso l’analisi e il confronto delle testimonianze di coloro che, giunti al confine estremo con la morte, sono stati richiamati alla vita (oggi, grazie alle moderne tecniche di rianimazione questa esperienza è più comune di quanto si creda), di esaminare sotto una luce nuova il fenomeno «morte» e di riscattarlo dai più oscuri pregiudizi.
Dal 1981, anno della prima edizione di Qualcuno è tornato la tanatologia, cioè la ricerca sulla morte, ha compiuto molti passi in avanti.
Si sono conosciuti nuovi casi, sono state compiute nuove inchieste, sono state messe a punto tecniche migliori di raccolta dati e individuate metodologie di controllo e raffronto. Si è inoltre prestato attenzione, oltre che alle esperienze degli adulti, anche a quelle dei bambini, che risultano particolarmente interessanti in quanto i rischi di influenzamento e condizionamento sono minori; e a quelle di persone appartenenti a religioni diverse dalla nostra. Tutto questo, e altro ancora, è stato preso in considerazione e presentato in questa nuova edizione di Qualcuno è tornato, che resta a tutt’oggi l’unica inchiesta italiana sull’argomento e che diviene così anche una piccola antologia di quanto è stato finora studiato e scoperto nel campo della ricerca sulla morte.

Paola Giovetti, nata a Firenze, risiede a Modena. E’ laureata in lettere ed ha svolto attività di insegnamento coltivando al tempo stesso l’interesse per le tematiche di confine.  Da alcuni anni si dedica esclusivamente alla ricerca e alla divulgazione in questo campo.  E’ redattrice di “Luce e Ombra”, la più antica rivista italiana di parapsicologia, e svolge anche su riviste a larga diffusione la sua attività giornalistica. Paola Giovetti ha partecipato a programmi radiofonici e televisivi e a numerosi congressi, sia in Italia che all’estero.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.

error0
Tweet 20
fb-share-icon20