Terra senza tempo – Peter Kolosimo (1964). Milano: Sugar, 316 p., \20! c. di tav. : ill. ; 22 cm.

A quanti anni risale la società di cui ci riconosciamo gli eredi? La cultura che definiamo umana da chi deriva, come e quando si è sviluppata? Rovesciate le prospettive della storia, Kolosimo procede, con sorprendente ricchezza d’informazione, a una ricognizione di tutti i dati in nostro possesso circa le società primitive, i viaggi transoceanici, le religioni solari e «spaziali», i dischi volanti; trovando continue conferme alla sua intuizione basilare: cioè che ci troviamo a un punto in cui i nostri antenati si sono già trovati, che gli inviati di altri pianeti sono già stati in missione presso di noi e che forse ci stanno ancora sorvegliando, che il XX secolo non ha ancora spiegato nulla del mondo in cui viviamo. «È un’opera spietata: una montagna fatta precipitare nello stagno tranquillo delle cognizioni già acquisite e che d’improvviso ci appaiono ipocritamente accomodanti» («La Nazione»).

Peter Kolosimo (Modena, 1922 – 1984) è stato uno scrittore e giornalista italiano. Noto divulgatore, è considerato uno dei fondatori, assieme ad Erich von Däniken, dell’archeologia misteriosa (anche nota come fanta-archeologia o pseudoarcheologia), un controverso filone che si propone di studiare le origini delle antiche civiltà utilizzando teorie e metodi spesso non accettati dalla comunità accademica.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.