Phantastika. Vol. 3: Eccitanti: kawa, betel, kat, mate, paricà, tabacco – Louis Lewin (1981). Milano: Savelli, pp. 262-420 ; 19 cm.

Nel corso della sua carriera il farmacologo tedesco Louis Lewin ha condotto ricerche fondamentali nel campo degli studi sulle sostanze psicotrope e sui loro effetti. Ancora oggi le sue indagini sul peyote – le prime in assoluto rappresentano uno sforzo pioneristico di notevole rilevanza. Phantastika è senza dubbio l’opera più importante di Lewin, un’analisi meticolosa che classifica le droghe in cinque categorie: euforici, fantastici, inebrianti, ipnotici ed eccitanti. Lewin non si limita soltanto a descrivere gli effetti delle sostanze, ma esplora le ritualità di consumo e tenta di individuare nella storia della letteratura alcuni casi strettamente connessi al consumo di droga. Al di là del suo valore scientifico, Phantastika ha rappresentato una suggestione cruciale per la generazione degli intellettuali modernisti come Aldous Huxley.

Louis Lewin (Tuchola, 9 novembre 1850 – Berlino, 1º dicembre 1929) è stato un farmacologo e tossicologo tedesco. Fu uno dei fondatori della branca dell’antropologia chiamata etnobotanica. Assistente di Liebreich all’Istituto di farmacologia dell’Università di Berlino, è diventato professore alla facoltà di medicina nel 1897. Phantastika, pubblicato nel 1924, è il risultato di una vita dedicata allo studio delle droghe psicoattive.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.

error0
Tweet 20
fb-share-icon20