Pianeti interiori: la psicologia astrologica di Marsilio Ficino – Thomas Moore (2008). Bergamo: Moretti & Vitali, 263 p. ; 21 cm.

In questo libro, Thomas Moore si rivolge a uno dei momenti psicologicamente più vivi dell’epoca pre-moderna, il Rinascimento italiano, in cui alcuni individui di genio si dedicarono a un’esplorazione del mondo interiore non meno ardita e rivoluzionaria di quelle del mondo esterno dei grandi navigatori. Le loro avventure permearono l’arte del loro tempo, ma essi rimasero per lo più sconosciuti e i loro scritti sono ancor oggi da capire davvero. Scoprirono isole interiori, passaggi e canali, a volte continenti, tracciando mappe, escogitando metodi per esaminare la vita interiore, tali che anche ai nostri tempi possono dare il senso di dove siamo, di dove siamo venuti, delle strade giuste da prendere se vogliamo raggiungere luoghi fertili e inesplorati dell’anima. Fra questi esploratori dell’anima il più grande e maestro degli altri fu Marsilio Ficino, che si rivolse all’astrologia per cercarvi e trovarvi i simboli della vita interiore, dei suoi travagli e delle sue trasformazioni, dando forma a un’arte dell’immaginazione, che egli riteneva la medicina appropriata per l’anima sofferente.

Thomas Moore (nato l’8 ottobre 1940 a Detroit, Michigan) è uno psicoterapeuta americano, ex monaco e scrittore di libri spirituali popolari. Scrive e tiene conferenze nei campi della psicologia archetipica, della mitologia e dell’immaginazione. Il suo lavoro è influenzato dagli scritti di Carl Jung e James Hillman.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.