Il mondo magico dei Rosacroce – Max Heindel (1987). Genova: Melita, 622 p. ; 21 cm.

Il Mondo occidentale è senza dubbio l’avanguardia della razza umana, e per le ragioni esposte nelle pagine che seguono, i Rosicruèiani ritengono che nè il Giudaismo nè il “Cristianesimo popolare”, ma il vero Cristianesimo Esoterico debba essere la religione universale.

Buddha, grande, nobile e sublime, può essere la “Luce dell’ Asia”, ma Cristo sarà tuttavia riconosciuto « Luce del Mondo ». Come il sole supera col suo splendore la più brillante stella dei cieli, dissipa ogni vestigio di tenebre e dà vita e luce a tutti gli esseri, così pure, in un domani non lontano, la vera religione di Cristo sostituirà e sommergerà tutte le altre religioni a eterno vantaggio dell’umanità.

Nella nostra civiltà l’abisso che si interpone fra la mente ed il cuore si estende in profondità e in ampiezza e, mentre la mente passa rapida di scoperta in scoperta nel regno della scienza, l’abisso diviene ognora più profondo e più vasto ed il cuore rimane sempre più indietro. La mente reclama a gran voce e non sarà aoddisfatta se non avrà una spiegazione, rigorosamente dimostrabile, dell’uomo e delle creature che con lui vivono e con lui formano il mondo fenomenico. D cuore sente istintivamente che esiste qualcosa di più grande ed aspira a ciò che sente essere la più alta verità accessibile alla sola mente.

Carl Louis von Grasshoff, conosciuto come Max Heindel (Aarhus, 23 luglio 1865 – Oceanside, 6 gennaio 1919), è stato un esoterista e astrologo danese naturalizzato statunitense, fondatore della Rosicrucian Fellowship (Associazione Rosacrociana), avente sede tutt’oggi a Mount Ecclesia, nella città di Oceanside in California (A.R.C.O.).

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.