Storia delle civiltà africane – Leo Frobenius; traduzione di Clara Bovero (1964). Torino: Bollati Boringhieri, 577 p., [28] p. di tav. : ill. ; 22 cm.

Frobenius fu tra i primi a scoprire significative e antichissime forme di cultura là dove il colonialismo occidentale non vedeva che barbarie. Grandiosa sintesi storico-etnologica, frutto di una trentennale consuetudine umana e scientifica con il Continente Nero, La storia delle civiltà africane (pubblicato nel 1933) rievoca un mondo istituzionale, poetico e religioso che risale alla preistoria paleolitica. Anche se l’attenzione di Frobenius indulge, nello stile del metodo da lui creato, sugli aspetti mitici e apparentemente irriducibili a una chiara razionalità della civiltà africana, il libro rimane un’opera fondamentale per l’imponente messe di documenti: manufatti, oggetti d’arte, architettura, pitture e incisioni, rituali, miti, favole e leggende – queste ultime riunite in un novelliere di insospettata ricchezza e che perviene non di rado alla grande letteratura.

Leo Frobenius (Berlino, 29 giugno 1873 – Biganzolo, 9 agosto 1938) è stato un etnologo tedesco che, più di ogni altro studioso, contribuì a svelare all’Europa il valore delle culture africane. Con il materiale raccolto nel corso delle sue 12 spedizioni in Africa, sfatò definitivamente l’immagine colonialistica del “negro selvaggio”, mostrando agli europei la molteplicità e la ricchezza delle arti e delle tradizioni africane.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.