Appunti di Magia: Simbolismi, alchimia e filosofia occulta nella creazione artistica – Paolo Thea (1994). Torino: Tipografia Toso, 121 p. ; 17 cm.

La profonda relazione che intercorre tra arte e scienze occulte è stata ripresa, nel presente lavoro, a partire da alcune ricerche sul surrealismo, fenomeno d’avanguardia di questo secolo che al centro dei suoi interessi ha posto inconscio, automatismo, iconoclastia, vandalismo ecc. ma anche magia ed alchimia. Costruzioni e decorazioni, pitture e sculture, idoli o amuleti, volendo soddisfare delle esigenze primarie, tentano di propiziarsi, esorcizzandole, la forza della natura, l’eros, il tempo, il gioco, la totalità del cosmo. L’accostamento ad artisti e scrittori interessati all’esoterismo solitamente avviene secondo una ben precisa direttrice allorché, approfondendo la filosofia occulta ci si accorge che anche Dante, Giovanni Boccaccio, Paolo Uccello, Sandro Botticelli, Giorgione, Gian Lorenzo Bernini, Erik Satie ecc. hanno fatto tesoro di tale universo di pensiero. Qui si è seguito il percorso inverso e cioè si sono scelti nel repertorio dell’arte quegli episodi che più di altri necessitano per la loro comprensione del riferimento alla filosofia occulta.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.

error0
Tweet 20
fb-share-icon20