Theatro Farmacevtico – Libro Primo e Secondo – Antonio de Sgobbis (1667). Venezia: Stamperia Giuliana.

L’opera, composta da 2 libri in uno, è una raccolta antologica di tutte le preparazioni farmaceutiche conosciute e usate nel 1600.

Fondato sopra le preparazioni farmaceutiche scritte dai Medici Antichi, Greci e Arabi; principalmente da Galeno e [Mesue].

A sostegno delle preparazioni, dette Spagyriche, già dagli antichi, in parte, abbozzate; ma dai Medici più Moderni illustrate e meglio coltivate; scritte dal [Beguino], Crollio, Hartmanno, Libavio, Minsicht, Paracelso, Quercetano, Sennerto e altri.
Rappresentate le une e le altre Preparazioni, per Fondamenti unitamente necessari alla vera e artificiosa Metodica Farmaceutica.

Adornato e ampliato oltre che nella fabbricazione e composizione dei medicinali, anche nelle possibili forme producibili contenute negli Antidotari Veneti di Giorgio Melichio e integrato da Alberto Stecchini, già farmacisti nella Officina dello Struzzo e negli altri (fino al presente, con le stampe pubblicate) Antidotari degli Autori più accreditati delle più rinomate città d’Europa, Anversa, Augusta, Bergamo, Bologna, Colonia, Agrippina, Firenze, Londra, Messina, Roma, etc; ed ancora altre Fabbricazioni e Composizioni che furono descritte dai più lodati scrittori dell’Arte Medica o inventate dai più dotti Lettori e Professori della medesima.

Completo non solo negli Insegnamenti dei sopra citati autori ma di nuovo rivisti e aggiornati di tutti gli altri Avvertimenti, appartenenti all’intera, legittima e perfetta Disposizione, Alterazione, Fabbricazione, Unione e Composizione di tutte le Materie Medicinali Semplici e Composte estraibili dal Regno Animale, Vegetale e Minerale.

Necessario ad ogni Farmacista, utile ad ogni Medico e Amatore della Medicina, curioso per gli Investigatori delle più desiderate e artificiose Preparazioni Spagyriche.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.