Gli dei sovrani degli indoeuropei – Georges Dumézil (1985). Torino: Einaudi, 240 p. ; 21 cm.

Gli dei sovrani degli indoeuropei costituisce uno dei punti centrali dell’opera che Georges Dumézil va costruendo da più di sessant’anni attraverso un vasto e organico piano di ricerche, reso possibile dalla sua prodigiosa conoscenza delle lingue, sulla mitologia e sulla struttura delle società indoeuropee. In questo volume, egli rielabora e sviluppa i materiali accumulati per giungere a stabilire in ambito religioso la mentalità trifunzionale degli indoeuropei, ossia la loro tendenza a organizzare riti, miti e idee politico-sociali sulla diversificazione di tre modi di vedere e sentire: il sacrale, il militare e il produttivo.
I principi «teologici» qui analizzati sono ricostruiti in base alle testimonianze delle quattro principali culture che ci permettono di capire la preistoria indoeuropea: l’India vedica, l’Iran, Roma e la Scandinavia. Come Dumézil stesso osserva, «a causa della natura dei documenti, i fatti indiani e iranici sono quelli osservabili più facilmente e più completamente, e il confronto che si può fare tra gli uni e gli altri scopre nettamente uno stato indoiranico della teologia». A loro volta questi fatti orientali «illuminano i fatti occidentali, presentati nei documenti meno sistematicamente; permettono inoltre di riconoscervi organizzazioni di concetti e di figure divine che richiamano quelle degli indoiranici, ma anche di scoprirvi elementi originali che rappresentano sia innovazioni, sia antiche varianti fedelmente conservate».
Arnaldo Momigliano, in un suo studio critico dell’opera di Dumézil, ha sottolineato come questi si addentri in un terreno anche più arduo di quello esplorato da Emile Benveniste nel suo Vocabolario delle istituzioni indoeuropee (Einaudi 1976), proprio in quanto si propone di scoprire i principi fondamentali della mentalita indoeuropea. In questo ambito «la teologia degli dei sovrani», secondo lo studioso francese, «è nel complesso del lavoro la parte dove sono stati ottenuti i risultati meglio articolati».

Georges Dumézil (Parigi, 4 marzo 1898 – Parigi, 11 ottobre 1986) è stato uno storico delle religioni, linguista e filologo francese. Dumézil è universalmente noto per le sue teorie sulla società, l’ideologia e la religione degli antichi popoli indoeuropei, sviluppate comparando tra loro i miti di quei popoli: egli vi scoprì una struttura narrativa identica che per Dumézil rifletteva essenzialmente un’identica visione della società e del mondo, caratterizzata in particolare da una tripartizione funzionale, ovvero la funzione sacrale e giuridica, la funzione guerriera e la funzione produttiva. Oltre che nei miti, questa struttura si ritrova, secondo Dumézil, anche nell’organizzazione sociale di alcuni popoli indoeuropei, a cominciare dalle caste dell’India.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.