I manoscritti di Qumrān – a cura di Luigi Moraldi (1994). Milano: TEA, 904 p. ; 20 cm.

I manoscritti conosciuti come Rotoli di Qumran o Rotoli del Mar Morto furono scoperti tra il 1947 e il 1956. Si tratta di testi dal profondo quanto controverso significato religioso e storico, e per questa ragione impongono una riflessione seria e attenta al contesto storico e filologico. Utet li ha pubblicati con la preziosa curatela di Luigi Moraldi, filologo italiano annoverato tra i più significativi esegeti di questo genere di testi, e oggi li propone in un’inedita versione ebook, dotata di un accurato compendio critico interattivo.

Luigi Moraldi (Carpasio, 11 settembre 1915 – Milano, 11 novembre 2001) è stato un filologo, biblista e accademico italiano, tra i più significativi esegeti dei Rotoli del Mar Morto (noti anche come Manoscritti di Qumran, dal luogo dei ritrovamenti) e di Nag Hammadi (noti anche come Testi Gnostici, comprendono tra l’altro versioni apocrife dei Vangeli), lavorando direttamente sulle fonti al tempo del loro ritrovamento archeologico.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.