Artù l’Orso e il Re – Philippe Walter (2005). Roma: Arkeios Edizioni, 213 p. ; 24 cm.

Un saggio su un personaggio leggendario e che ancora oggi suscita mille dubbi e perplessità: Re Artù. Narrato e studiato da moltissimi autori ed esperti, la figura storica di Artù, il capo guerriero britannico o romano del V secolo d.C. , è ancora un rompicapo e di difficile decifrazione, una nebbia che ancora non si dipana del tutto. Ma Philippe Walter, grande esperto della letteratura arturiana e del ciclo del Graal, basandosi sullo studio di testi storici e reperti archeologici, tenta (e riesce a mio avviso) di ricostruire l’origine del re – cavaliere, di rintracciare il suo percorso e delle terre magiche in cui visse. Artù si svela in piena luce, scoprendo simboli e significati archetipici sorprendenti.

Philippe Walter è professore di letteratura francese medievale all’Università di Grenoble-Alpes . Ha pubblicato numerosi libri sul Medioevo e ha curato la redazione e la traduzione dei romanzi sul Graal per la prestigiosa “Bibliothèque de la Pléiade” (Gallimard).

Il libro, edito dalla Arkeios Edizioni (Edizioni Mediterranee) è disponibile unicamente in versione cartacea.