Coca e cocaina: dalla divina pianta degli incas alla polvere bianca di Manhattan – Daniel S. Worthon; introduzione di Marco Lombardo Radice (1980). Roma: Savelli, 143 p. : ill. ; 18 cm .

Evocando reminiscenze oscillanti tra Freud e Pitigrilli, Perù e Manhattan, jazz e miniere andine; ancora incerto sul suo diritto alla parola e, soprattutto, alla dignità di fenomeno di costume da dissezionare col rozzo bisturi dei mass-media; non più esotica ma non ancora quotidiana, ecco di nuovo fra noi la cocaina.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.