Conoscere le piante allucinogene – Daniel S. Worthon (1980). Roma: Savelli, 175 p. : ill. ; 19 cm.

La dimensione culturale, storica e antropologica dei più antichi sistemi per varcare i limiti della percezione e della coscienza di sè: funghi, cactus, erbe, fiori, semi.

Con le piante allucinogene l’uomo ha scritto un capitolo importante della conoscenza, dilatando i limiti della percezione e della coscienza di sé.

Nella storia dell’umanità le piante allucinogene banno dato vita a un lungo viaggio, un viaggio di esperienza e di conoscenza, che dilata ed estende i limiti della percezione, della coscienza di sé. A questi antichissimi veicoli di apprendimento dovrebbe essere assegnato un posto di rilievo nella cultura generale della specie umana, proprio per il ruolo che hanno rivestito nel processo di conoscenza e di ampliamento delle nostre capacità intellettive. Fin dalla notte dei tempi questi strumenti, che l’uomo andava raccogliendo insieme a quanto gli serviva per alimentarsi e vivere, hanno rappresentato qualcosa di più e di diverso dalla semplice ricostituzione delle energie vitali: hanno dato le ali alla mente umana, liberando forme e colori, spazio e movimento.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro e vuoi più informazioni a riguardo, contattaci direttamente qui.

error0
Tweet 20
fb-share-icon20