Il linguaggio del mito: valori simbolici e realtà sociale nelle mitologie primitive – Guido Ferraro (1979). Milano: Feltrinelli, 254 p. ; 22 cm.

Lo studio dei miti “primitivi” è tornato da poco più di un decennio ad imporsi all’attenzione degli etnologi e degli antropologi culturali soprattutto per merito di Lévi-Strauss. Scopo di questo libro è in primo luogo quello di far emergere i principi che sono sommersi sotto l’imponente lavoro di analisi delle Mythologiques levistraussiane, ma anche di procedere oltre, verso la costruzione di una teoria scientifica coerente e sistematica che sappia tener conto delle diverse dimensioni del problema del mito e utilizzare le indicazioni più attuali e più valide scaturite nelle ricerche antropologiche su di esso, servendosi da un lato degli strumenti della semiotica (poiché quello del mito è un linguaggio di cui vanno scoperte le regole e analizzati i meccanismi di significazione), dall’altro delle teorie e indagini dell’antropologia culturale o sociale.

Guido Ferraro, nato nel 1949, svolge la sua attività di ricerca presso l’Istituto di Scienze Umane della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino. Ha pubblicato vari lavori di argomento semiotico e antropologico su riviste specializzate. E’ attualmente impegnato in una nuova ricerca sulle narrazioni folkloriche e prepara un libro sull’utilizzazione di strumenti semiotici nell’ambito delle comunicazioni di massa.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.