Sette anime dell’antica Roma: comunicazioni medianiche al vaglio critico – Filippo Liverziani (1989). Gardolo, Trento: L. Reverdito, 249 p. ; 22 cm.

Indovina chi viene stasera a farci visita: un antico romano!
Comunicazioni medianiche con sette anime trapassate della Roma antica: la cosa può apparire veramente incredibile. Poi, però, la conoscenza si approfondisce e diviene amicizia; questi sette personaggi in cerca di un autore che non li crei dal nulla, ma semplicemente li ascolti e ci dialoghi e infine – perchè no? – gli dedichi un libro, si rivelano in tutto ed in pieno sei uomini e una donna dell’Italia di duemila anni fa: Capua, Salernum, Tarentum, Mediolani, Etruria. Non sono personaggi né del Giulio Cesare di Shakespeare, né del Quo Vadis di Sienkiewicz e tanto meno di un kolossal americano del tipo La Tanica: paiono piuttosto venir fuori, vivissimi, dalle Satire di Orazio. Quando alla fine si traccia un consuntivo dell’esperienza, ci si conferma che tutto appare coerente fino all’ultimo dettaglio, non solo, ma che tante e tante sono le cognizioni storiche, linguistiche, di usi e costumi e di vita quotidiana che attraverso queste comunicazioni si sono potute apprendere. Anche dopo un esame critico rigorosissimo, l’idea di avere avuto, nel corso di due mesi, ben trentuno comunicazioni con anime dell’antica Italia appare, tutto considerato, un’ipotesi abbastanza ragionevole per chi, beninteso, la sappia accogliere con mente aperta, aliena da qualsiasi pregiudizio.

Filippo Liverziani, laureato in filosofia, ha insegnato nella Pontificia Università Gregoriana e nella Pontificia Facoltà Teologica «Marianum» e attualmente dirige in Roma il Convivio, noto centro di studi e comunità di ricerca. Filosofo della religione e parapsicologo, è autore di sei volumi e di una cinquantina di saggi pubblicati su riviste specializzate. Nella foto appare con accanto la moglie Bettina, che è stata la «medium» delle esperienze riferite nel libro.

Il libro, edito da “Reverdito Editore”, è disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.