I racconti di Mamma l’Oca – Charles Perrault (1957). Torino: Einaudi, 327 p. ; 20 cm.

Cappuccetto Rosso, Pelle d’Asino, Cenerentola, la Bella Addormentata, il Gatto con gli stivali, Pollicino, Barbablù, sono i personaggi che hanno fatto di Charles Perrault, vissuto nel cuore della vita politica e letteraria della Francia di Luigi XIV, un “grande” della fiaba. Raccolte dalla tradizione popolare, filtrate sino ad ottenere una funzionale economia di effetti e di emozioni, ricche dei necessari ingredienti (l’orrore, ma anche il grottesco, l’ironia, gli squarci descrittivi), le fiabe di Perrault conobbero presto una vasta fortuna, e furono diffuse ovunque dai venditori ambulanti di almanacchi e libretti.

Charles Perrault (Parigi, 12 gennaio 1628 – Parigi, 16 maggio 1703) è stato uno scrittore francese, membro (al seggio numero 23) dell’Académie française dal 1671, e autore del celebre libro di fiabe Histoires ou contes du temps passé, avec des moralités, noto anche come Contes de ma mère l’Oye (it. I racconti di Mamma Oca), raccolta di undici fiabe fra cui Cappuccetto Rosso, Barbablù, La bella addormentata, Pollicino, Cenerentola e Il gatto con gli stivali.

Il libro, edito da “Einaudi” è disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.