Il culto della Dea madre nella Terra di Luna – Angelina Magnotta; in appendice: Apua e la navicella linguistica (2015). Firenze: Edizioni dell’Assemblea, 299 p. : ill. ; 24 cm.

All’insegnamento di Anati e di altri celebri studiosi di arte e di mito preistorici, l’Autrice ha affiancato l’esperienza diretta delle particolari incisioni dei siti d’arte rupestre dell’Alta Lunigiana, mai noti ad alcuno prima della scoperta fatta dall’Archeoclub d’Italia ALATE, Apuo Ligure Appennino Tosco Emiliano, che presiede. Nel volume, presenta l’arte rupestre preistorica dell’arcaico popolo che ebbe in Apua la sua capitale, ormai non più leggendaria, come dimostra la scoperta dell’incisione della Navicella Ligustica. Scolpita sulla roccia alpestre ma attinente alla navigazione marina, è espressione di un popolo dalle due anime, montano e marino: gli Apuo Liguri, connotati in particolare dalla figura della luna, incisa cinque volte sulla Rupe delle Lune. Le incisioni rupestri nei sei siti del “Parco Lunigianese delle Incisioni Rupestri”, che si auspica possa essere presto istituito, riguardano molti concetti connessi all’organizzazione sociale, alla religione, alla sacralità delle manifestazioni umane, nelle quali trova posto anche la sessualità.

Angelina Magnotta già Preside, dirigente presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, Socia onoraria del Museo del Ciclismo “G.Bartali”-Firenze, Ispettore onorario del Ministero dei Beni Culturali. Presidente dell’Archeoclub d’Italia sede Apuo Ligure dell’Appennino Tosco Emiliano.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA e digitale in PDF.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.