Dioniso: religione e cultura in Grecia – Henri Jeanmaire; appendice e aggiornamento bibliografico di Furio Jesi (1972). Torino: Einaudi, 546 p. ; 22 cm.

Altri studiosi hanno, prima e dopo Jeanmaire, trattato Dioniso. Ma per chi ha avuto la fortuna di venire dopo di lui, la sua opera, apparsa per la prima volta nel 1951, è un punto di partenza imprescindibile. Questo celebre saggio ha segnato una tappa nella storia delle religioni: l’autore ha fatto mostra di un’enorme conoscenza dei culti degli dèi servendosi di nozioni tratte dall’etnografia e ha osato infrangere il tabù sul carattere incomparabile della religione greca evidenziandone le pratiche e le concezioni mediante raffronti con le correnti mistiche dell’Islam e dell’Africa nera. Il Suo Dioniso resta un’opera di riferimento per chi si occupi di religione greca, ma è anche un documento sul costituirsi in scienza della storia delle religioni.

Henri Jeanmaire (1884 , Parigi – 21 febbraio 1960) è stato un filologo classico francese e storico della religione. Le sue opere principali son il Kouroi et Courètes (1939) sui riti di adolescenza degli antichi greci e Dioniso (1951) sulla storia del culto dionisiaco da dall’antichità ai tempi moderni.

Disponibile in VERSIONE CARTACEA.

Se sei interessato/a a questo libro, scrivici direttamente tramite Whatsapp qui o via email a questo link.